Consumo consapevole

Consumo consapevole

Tutte le bevande alcoliche, anche se a moderato TAV (Titolo Alcolometrico Volumico), devono essere consumate nei giusti limiti.

Questo non solo per evitare di incorrere nelle sanzioni previste dal codice della strada per i conducenti di autoveicoli, moto, mezzi d’opera, in stato di ebbrezza, ma anche per prevenire i rischi per la salute connessi all’abuso di alcol.

bottle-caps

E’ bene precisare che con il termine generico di alcol, si intende l’etanolo (o alcol etilico), l’unico adatto al consumo alimentare.

Gli effetti che provoca sono riconducibili ad azioni di diversa natura, quali quella nutrizionale ed energetica, farmacologia, tossica e psichica.

C’è sempre nel gruppo, o in famiglia, il “non-drinking driver”, ovvero colui che non beve ed ha il compito di riportare tutti a casa e noi dell’Ok to beer Fest vogliamo conoscerlo.

Vogliamo promuovere il divertimento responsabile, quindi se bevi, non guidi!

Bevete con moderazione!!!

Cos’è una Bevanda alcolica

Si definisce bevanda alcolica qualsiasi bevanda contenente alcol etilico (anche detto etanolo). La parola alcol deriva dall’arabo الغول (al-ġuḥl, spirito) o da الكحل (al-kuḥl, polvere di stibnite ottenuta per sublimazione dall’antimonio), termine che rivela l’origine alchemica di questa sostanza, a cui erano attribuite le proprietà magiche e spirituali contenute negli elisir.

Una bevanda alcolica si può ottenere mediante:

  • fermentazione alcolica degli zuccheri contenuti nei frutti o nei cereali (ad esempio il vino dall’uva o la birra dall’orzo)
  • distillazione di:
  • assemblaggio diretto di alcol di origine agricola con olii essenziali ottenuti dalla distillazione di erbe officinali, frutta, scorze di agrumi, ecc., oppure ottenuti dalla macerazione (a freddo), infusione (a caldo) o percolazione dell’alcol o altro solvente con le essenze citate. Questi miscugli vengono successivamente completati con sciroppo di zucchero, acqua (per il raggiungimento della gradazione alcolica desiderata), ed eventualmente coloranti. In tali casi le bevande alcoliche vengono denominate “liquori“.

Alcol e Salute

L’etanolo ha molteplici effetti sull’organismo umano, di natura:

  • energetica, viene convertito in acetil CoA bypassando il ciclo di Krebs
  • farmacologica, di ampio spettro: ha sia funzione diretta su recettori determinati, sia azione aspecifica, in particolar modo destabilizzando le membrane cellulari
  • tossica, a livello epatico, pancreatico e cerebrale, ma non solo (ad esempio delirium tremens)
  • di dipendenza, sviluppando diversi disturbi psichici: demenza, psicosi, disturbi dell’umore, d’ansia, disfunzione sessuale, disturbi del sonno.

Nel consumo cronico, invece, si tende alla sostituzione di maggior parte della dieta con l’alcol: questo porta alla caratteristica deficienza in tiamina tipica dell’etilista, con conseguenti neuropatie del sistema nervoso centrale. Inoltre è fattore di rischio di numerose patologie come cirrosi epatica, e cancro.
L’abuso di alcol in gravidanza può causare danni fisici e mentali al feto.

L’etilismo o malattia dell’alcolismo è considerato un problema sociale essendo una causa importante di violenze e di incidenti automobilistici: dal 2002 il livello di alcolemia accettato per i guidatori è sceso da 80 a 50 mg/100mL.

Nella classifica di pericolosità delle varie droghe stilata dalla rivista medica Lancet, gli alcolici occupano il quinto posto.

Fonte:  Wikipedia